MILANO -
Menu 

NEWS

Colmar chiama Redaelli per una strategia consumer-oriented

venerdì, 1 ottobre 2010

Image Colmar chiama Redaelli per una strategia consumer-oriented - {focus_keyword}

Manifattura Mario Colombo dà nuovo slancio alle sue strategie e rafforza il management. Dal primo settembre, infatti, il 47enne Mauro Redaelli ? ex CEO Reebok Italia con esperienze anche in altre realtà sportswear come Fila e Intersport ? ha assunto il ruolo di sales & marketing manager dell'azienda di Monza. “Colmar ? ha esordito Redaelli ? è un marchio italiano storico nell'abbigliamento sportivo e per il futuro si focalizzerà sulle aree di business che lo caratterizzano maggiormente partendo da un riposizionamento delle collezioni neve, mare, golf e Originals a 360°. All'estero poi, anche se siamo presenti in Paesi come Stati Uniti, Giappone e Russia, realizziamo solo il 15% del fatturato (45 milioni circa nel 2009, ndr) e per questo vogliamo rivedere la nostra organizzazione distributiva. C'è spazio per crescere”.


Il brand, che deve il suo nome al fondatore Colombo Mario e che all'inizio di dicembre inaugurerà il suo quinto monomarca a Livigno, sta portando avanti una politica di riposizionamento del brand che riguarderà un po' tutti gli aspetti chiave del marketing mix. I fattori critici di successo su cui l'azienda lavorerà maggiormente saranno, in particolare, prodotto, promozione, prezzo e infine distribuzione che, attraverso una più netta segmentazione della clientela, permetterà all'azienda di fornire “la collezione giusta al cliente giusto”.


Il comparto neve, che assorbe investimenti considerevoli in sponsorizzazioni (tra cui la squadra della Gran Bretagna, la Croazia e diversi appuntamenti della Coppa del Mondo di Sci) si conferma il core-business con il 70% dei ricavi, mentre le linee mare, golf e Originals si spartiscono in parti uguali il restante 30%. “L'Originals è stata lanciata da poche stagioni ? ha commentato il manager ? ma ci dà grandi soddisfazioni e ci permette ad ogni stagione di riscoprire l'heritage del brand. Con la linea golf poi proponiamo una collezione ad hoc con una distribuzione mirata e sponsorizziamo i due campioni Edoardo Molinari e Costantino Rocca. Nel mare invece stiamo soffrendo un po', ma abbiamo nel cassetto un progetto di rilancio“.


Oltre a produrre e commercializzare il marchio di proprietà, Manifattura Mario Colombo segue dal 1969 anche la distribuzione dell'abbigliamento Lacoste in Italia, che nel 2009 ha generato vendite pari a 97,6 milioni di euro con 54 monomarca (di cui 10 di proprietà), un migliaio di multimarca e 138 corner. Inoltre, a partire dalla P/E 2011, ha assunto anche la distribuzione della pelletteria, precedentemente in licenza a Samsonite e ora gestita direttamente da Devanlay, master licensee del brand del coccodrillo, in joint-venture con uno specialista del settore.


“Siamo soddisfatti dei primi risultati di vendita della pelletteria ? ha concluso Redaelli – anche in considerazione del fatto che si tratta di una collezione nuova con un posizionamento diverso rispetto al passato, finalmente più uniforme alle tendenze e alle collezioni abbigliamento che sono suddivise tra Sportswear, Club e Live”. Quest'ultima, presentata al Bread and Butter di Berlino, strizza l'occhio al mondo teenager e vanta un primo punto vendita a New York inaugurato durante la fashion week.

« Precedente | Successivo »

AGENDA

NOVITA'

Chicco di Felicità by Elio Fiorucci
Fiorucci firma il nuovo Chicco di Felicità
Van Cleef & Arpels - Cosmos
Nuovi fiori sbocciano chez Van Cleef & Arpels
G-Shock GD-120CM
G-Shock, scatta l’ora del camouflage!
Bracciale-polsino Sheherazade - Pia Mariani
Il gioiello ‘sperimentale’ di Pia Mariani
Foto_11
Raffaella D’Angelo si veste di pizzi per la P/E 2014
Una proposta Borbonese per Daks
Borbonese per Daks, ecco la prima collezione